Login
Risultati della ricerca

Annunciati i vincitori di Italian Council e il bando per il 2020

20 Dicembre 2019

Italian Council, il bando internazionale promosso dalla DGAAP (Direzione Generale Arte e Architettura contemporanee e Periferie urbane) a supporto della creatività contemporanea italianana ha annunciato i 23 progetti vincitori della settima call del bando, scelti tra circa 70 domande pervenute da tutto il mondo e finanziati per un totale di 1,9 milioni di euro. Un’occasione anche per presentare lo stanziamento per la prossima edizione: 1,3 milioni di euro.

L’ottava edizione di Italian Council infatti è già aperta. Sarà possibile inviare le candidature dal 18 dicembre 2019 al 2 marzo 2020. Le domande potranno essere presentate da artisti italiani, curatori, critici, musei, enti pubblici e privati senza scopo di lucro, istituti universitari, fondazioni e associazioni culturali non profit. Ogni progetto dovrà prevedere la collaborazione con realtà internazionali e una fase di promozione all’estero. Qui tutte le informazioni >>

Più fondi per l’arte contemporanea: così il ministro Dario Franceschini presenta i vincitori della settima call di Italian Council dichiarando «Investire sulla creatività contemporanea è uno degli obiettivi del mio secondo mandato. Se molto finora è stato fatto per conservare e valorizzare l’eredità del passato, è giunto il momento di dedicare maggiori risorse alla produzione artistica del nostro tempo. In quest’ottica Italian Council si conferma come iniziativa vincente per la promozione della creatività artistica dei talenti del Paese. Il MiBACT sostiene questo progetto con risorse importanti. Le proposte selezionate testimoniano l’elevato livello qualitativo della produzione artistica italiana e sono espressione del grande interesse che le istituzioni internazionali dimostrano nei confronti della nostra arte».

I vincitori. Saranno finanziate la produzione e l’acquisizione delle opere di Francesco Bertocco, Pamela Breda, Elisa Caldana, Stefano Graziani, Invernomuto, Maria Lai, Sergio Lombardo, Diego Marcon, Elena Mazzi, Cosimo Veneziano, Francesco Vezzoli, presentati rispettivamente dalla “nostra” Associazione Viafarini (Milano), Kingston University (Londra, UK), Associazione Culturale Agiverona (Verona), Fondazione Centro Internazionale di Studi di Architettura Andrea Palladio (Vicenza), Fondazione Morra Greco (Napoli), Fondazione MAXXI (Roma), Untitled Association (Roma), Associazione Culturale Curva (Trapani), ar/ge Kunst (Bolzano), Fondazione Sardi per l’Arte (Torino) e Fondazione Brescia Musei (Brescia).

Per la sezione dedicata alla promozione internazionale di artisti, curatori e critici, saranno supportati i progetti espositivi di Gianfranco Baruchello, Irma Blank, Giovanni Fontana, Goldschmied & Chiari, Superstudio, Gian Maria Tosatti, presentati rispettivamente da Fondazione Baruchello (Roma), CAPC – Musée d’Art Contemporain de Bordeaux (Francia), Fondazione Bonotto (Vicenza), International Arts & Artists (Washington, USA), Civa Foundation (Bruxelles) e la “nlostra” The Blank Contemporary Art (Bergamo).

Sarà inoltre finanziata la partecipazione a manifestazioni internazionali di Tomás Saraceno promosso dalla Association Riga International Biennial (Lettonia), insieme alle residenze di Andrea Caretto e Raffaella Spagna e di Dimora Oz Collective con progetti presentati rispettivamente da Paolo Rosso con Bodhi Dharma Foundation (Mongolia) e Associazione Culturale Dimora Oz (Palermo).

I progetti editoriali vincitori vedranno coinvolti Enrico Crispolti, Gianfranco Baruchello, Maria Lai, Luca Maria Patella, Titina Maselli; le curatrici Irene Calderoni e Lucrezia Calabrò Visconti; l’associazione Zerynthia, con proposte presentate rispettivamente da Associazione Culturale Archivio Crispolti Arte Contemporanea (Roma), Fondazione Sandretto Re Rebaudengo (Torino), Zerynthia Associazione per l’Arte Contemporanea ODV (Roma).

Rispetto alle passate edizioni di Italian Council, la settima si è concentrata in particolare su due aspetti: l’incremento delle collezioni dei Musei pubblici e la promozione, a livello internazionale, di artisti, critici e curatori italiani. A tal fine, sono stati preventivati finanziamenti da affiancare a quelli già stanziati per la produzione di opere. Potranno avvalersi così di fondi specifici quei progetti che prevedono la partecipazione a manifestazioni internazionali, residenze all’estero, mostre monografiche e progetti editoriali, e che si affiancheranno a quelli stanziati per la produzione delle opere.

«Con le ultime due edizioni abbiamo ampliato la portata del bando, finanziando una maggiore tipologia di iniziative: da mostre e residenze fino a progetti editoriali, che coinvolgono non solo artisti ma anche curatori e critici italiani», ha dichiarato Nicola Borrelli, Direttore Generale Creatività contemporanea e Rigenerazione urbana, che promuove l’iniziativa. «Italian Council è un progetto in cui crediamo fermamente e in forte crescita: nel solo 2019, il bando ha finanziato 45 progetti, quasi la metà di tutti quelli premiati dal 2017 a oggi».

(fonte Exibart)